immagine di riempimento Logo Confcommercio immagine di riempimento
02-09-2014 accesso numero 534619
immagine di riempimento immagine di riempimento
accedi al portale sede provinciale
immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento immagine di riempimento

DOCUMENTI IN LINEA CLICCA QUI

PUOI CONSULTARE CON INTERNET
I TUOI DOCUMENTI

La tua Associazione ti offre la possibilità di vedere, consultare i tuoi documenti aziendali in formato pdf.
Chiama il servizio per il quale ti interessa vedere il documento/i e fatti attivare il collegamento.
Documenti consultabili in pdf:
  • Dichiarazione redditi
  • Dichiarazione IVA
  • F24
  • Bilanci
  • Prospetti contabili
  • Cedolini paghe
  • Prospetti paghe
  • Ecc..
 
segreteria igiene e sicurezza finanziamenti contabilità fiscale legale e tributario lavoro assistenza sanitaria
GIORNALE ON-LINE
Immagine correlata alla notizia.

PROGETTO SLOT MACHINE
LIVORNO PROVINCIA PILOTA PER ACCORDO SLOT MACHINE NEI PUBBLICI ESERCIZI
Occasione per i pubblici esercizi della provincia di Livorno associati alla Confcommercio


Accordo Fipe/Cirsa per l’installazione nei locali di apparecchi automatici per l’intrattenimento con vincite in denaro.

 

La Confcommercio di Livorno è stata individuata per sperimentare l’accordo tra la FIPE e la CIRSA, società leader nel settore degli apparecchi da intrattenimento, per il collocamento di macchine che consentono la vincita in denaro (meglio conosciute come slot machine).

Contestualmente all’accordo con la CIRSA, LA FIPE Confcommercio ha stipulato un protocollo d’intesa con l’AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato), nel quale si fissano una serie di obiettivi tesi a diffondere e valorizzare la presenza di una rete di attività in possesso di apparecchi automatici perfettamente legali.

 Lo sviluppo del settore giochi è stato uno degli obiettivi strategici di tutti i governi della fine degli anni 80.

Questo sviluppo, che ha interessato molte nostre categorie, ha determinato inevitabilmente anche una proliferazione dell’illegalità dalle forme più semplici e banali a quelle gestite dalla malavita organizzata.

Anche il settore dei giochi con apparecchi automatici da intrattenimento è stato inquinato da questi fenomeni, a cui si è cercato di porre un freno con la Legge 289/2002, che ha disciplinato l’attività di gestione e controllo.

In questo percorso, che vede coinvolti Ministero delle Finanze e Ministero dell’Interno, è stato affidato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato il compito di attivare e condurre una rete telematica per la gestione del gioco lecito mediante apparecchi automatici da intrattenimento, apparecchi che consentano vincite in denaro nella piena legittimità della normativa amministrativa e fiscale.

La FIPE si è inserita in  questo contesto per cercare di cogliere i  potenziali positivi della situazione, stipulando appunto i due accordi di cui si è detto, uno con  l’AAMS e l’altro con CIRSA.

 

            Con la Legge 289/2002 lo Stato Italiano ha disciplinato la presenza nei locali pubblici di apparecchi automatici per l’intrattenimento che consentono la vincita di denaro entro il limite massimo di 50 euro. (la tabella di contingetamento)Sulla scorta di tale normativa, la FIPE Confcommercio ha stipulato due importanti accordi.

            Il primo con l’Azienda dei Monopoli di Stato, soggetto cui è delegata la gestione e la regolamentazione del settore, per sviluppare la conoscenza della normativa, combattere i fenomeni illegali e irregolari, cooperare con le Forze dell’Ordine per il perseguimento di tali obiettivi.

            Il secondo con Cirsa/Italia, società internazionale di primaria importanza nel settore degli apparecchi di intrattenimento, che ha raggiunto con la nostra Federazione un accordo per il collocamento degli apparecchi presso gli esercizi associati a condizioni di particolare favore per l’esercente.

 

Per informazioni relative alle condizioni per gli associati alla Confcommercio, è possibile contattare le sedi dell’associazione.







Immagine correlata alla notizia.

Iniziativa della Confcommercio
ANCHE A LIVORNO C`E` IL PATTO PER LA PIZZA, ECCO DOVE SI RISPARMIA
7 EURO E MEZZO PER MARGHERITA BIRRA E CAFFE`


La pizza a un prezzo pazzo non è una pazzia. I pizzaioli, raccogliendo una proposta lanciata dal presidente della Confcommercio, Sergio Billè, hanno deciso di offrire ai loro clienti la possibilità, fino alla fine dell’anno, di passare una serata piacevole fuori casa a costi contenuti. Le classiche “due chiacchiere” davanti a una margherita e una birra costeranno al massimo solo sette euro oppure non oltre sette e mezzo se si finisce la serata con il caffè.

Proprio come accade per il cinema, anche le pizzerie dedicheranno una serata a settimana allo “svago economico”.

La pizza che da sempre è stata uno dei simboli più ricorrenti dell’Italia potrebbe così diventare anche il simbolo del rilancio dei consumi. Il suo prezzo bloccato sarà un invito troppo ghiotto per essere respinto dai consumatori, compresi quelli che per necessità o volontà sono attenti al portafoglio. Il “patto della pizza” metterà così fine alle polemiche sui rincari.

Di seguito l’elenco fornito dalla Confcommercio provinciale delle pizzerie di Livorno e provincia che aderiscono. Ricordiamo che ulteriori informazioni (menu, giorni in cui viene applicato il prezzo speciale ed altro) si possono trovare sul sito www.ilpattodellapizza.it







Immagine correlata alla notizia.

COMNET IL PORTALE , LUNEDI 26 LA PRESENTAZIONE AGLI UTENTI


Lunedì 26 settembre alle 9,30 presso la sala riunioni della Confcommercio di Corso Mazzini si terrà la presentazione del Progetto COMNET - Portale regionale integrato per le imprese del commercio ammesso al cofinanziamento della Regione Toscana.

Il portale si pone come uno strumento di lavoro per gli imprenditori del commercio del turismo e dei servizi della provincia di Livorno e della toscana. Un punto di raccordo tra imprenditori – enti – associazione di categoria.

 

 






Immagine correlata alla notizia.

Erano presenti tutti i presidenti delle categorie
INCONTRO SINDACO LIVORNO - CONFCOMMERCIO PER IL FUTURO DELLA CITTA'
Si è svolto alla sede dell'associazione


Una vera e propria riunione di lavoro: questo è stato l’incontro che si è svolto lo scorso giugno tra il Sindaco di Livorno e gli organi dirigenti della Confcommercio presso la sede provinciale di Corso Mazzini.

C’erano tutti i presidenti delle categorie dell’Associazione e, taccuini alla mano, sono state affrontate le istanze sollevate da Confcommercio al Sindaco Cosimi, presente l’Assessore Piero Santini.

Dopo l’introduzione del Presidente, Aldo Falleni, il direttore Daniele Pracchia ha illustrato, argomento per argomento, il contenuto di un documento che riassume le principali tematiche care all’Associazione. Il Sindaco non ha mai smesso di prendere appunti su ciò che veniva sottoposto alla sua attenzione e, alla fine ha pure richiesto ai presenti di integrare ciò che era stato esposto con quello che le categorie (rappresentate in quel momento dai loro presidenti) volevano evidenziare.

E molti sono stati gli interventi spontanei, che toccavano temi concreti.

Al termine di queste esposizioni, il Sindaco ha ripreso in mano i fogli su cui aveva preso gli appunti e, punto per punto, ha affrontato tutti gli argomenti posti alla sua attenzione.

Cosimi ha poi concluso così

“Non siamo interessati a comandare, ma guidare uno sviluppo armonico della città”

Il Presidente, Falleni, nel concludere l’incontro, ha ringraziato il Sindaco per la sua disponibilità ed ha assicurato, a nome del Consiglio Generale che la Confcommercio sarà sempre disponibile a fare la sua parte, sottolineando l’importanza di un continuo scambio tra l’Amministrazione e l’Associazione per poter contribuire in modo propositivo e positivo alle scelte.







sedi comunali